Implantoprotesi a carico immediato

Implantoprotesi a carico immediato.

Ci spiega tutto il Dr Fabrizio Donzelli (Studio Dentistico 4D)

A differenza del trattamento implantoprotesico convenzionale, in cui in seguito all’inserimento dell’impianto nell’osso bisogna attendere un periodo di tempo più o meno lungo per l’inserimento di una protesi provvisoria (dai 4 ai 6 mesi), moderne filosofie permettono il posizionamento immediato della protesi provvisoria (protesi fissa entro 24-48 ore dall’intervento).

L’immediato inserimento della protesi provvisoria permette al paziente di ottenere immediatamente una funzione estetica e fonetica, senza il disagio psicologico della mancanza di uno o più denti.

Implantologia a carico immediato

Questa tecnica, chiamata implantologia a carico immediato, consente il ripristino immediato di uno o più denti con grande comfort per il paziente che può continuare a condurre la sua normale vita immediatamente dopo l’intervento, con ridottissimo disagio per la mancanza del dente naturale.

La filosofia del carico immediato inoltre elimina la scomodità delle protesi mobili ed rende inutile il sacrificio di sostanza dentale sana, come avviene per esempio nel caso della sostituzione dei denti mancanti con ponti che poggiano sui denti vicini.

L’implantologia a carico immediato è una metodica sicura che interessa esclusivamente la parte di osso in cui viene inserito dell’impianto, senza fastidi ai denti o alle gengive adiacenti all’impianto.

Così in poche settimane, con la guarigione dell’osso, l’impianto e la protesi provvisoria immediata restituiscono al paziente la sensazione di mangiare con i propri denti. Questo avviene perché l’impianto in titanio biocompatibile viene perfettamente inglobato all’interno dell’osso (osteointegrazione).

Questo elevato contatto tra osso ed impianto dà grande stabilità sia all’impianto (stabilità primaria) che alla protesi provvisoria fissa che viene immediatamente inserita.

Possono essere trattati con il carico immediato tutti i pazienti affetti da edentulia sia totale che parziale ed i pazienti che necessitano di avulsioni dentarie per diversi motivi.

Le controindicazioni

Le controindicazioni assolute valide per l’implantoprotesi convenzionale sono le stesse per l’implantologia a carico immediato.

I pazienti che traggono i maggiori vantaggi dalla metodica del carico immediato sono in particolare i pazienti affetti da edentulia dei settori anteriori ed antero-laterali (perdita o mancanza di denti quali incisivi, canini e/o premolari) sia nell’arcata superiore che inferiore. Inoltre è utilissima per, pazienti portatori di protesi rimovibili (dentiere) mal tollerate.

É possibile eseguire il carico immediato anche in quei pazienti giovani e meno giovani che stanno per perdere i denti per condizioni quali “piorrea” (malattia dell’osso e delle gengive) o per carie e che vogliono continuare a mantenere un gradevole aspetto estetico, una buona funzione masticatoria e che, soprattutto, non vogliono essere schiavi della protesi mobile.

I requisiti

Requisiti essenziali per l’implantologia a carico immediato sono una ottima qualità ossea, un’adeguata quantità di osso, la presenza di discreta quantità di gengiva aderente. La decisione finale spetta comunque sempre al dentista.

Redazione

info@studiodentisticodonzelli.com

No Comments

Post a Comment

Comment
Name
Email
Website